ITS DAY MIUR 2017
ITS DAY MIUR 2017
ITS DAY MIUR 2017
ITS DAY MIUR 2017

Gli elementi per una formula-lavoro vincente

Noi che lavoriamo fianco a fianco ai ragazzi, che li vediamo crescere entusiasti nello sviluppo di nuove competenze e poi entrare nel mondo del lavoro, ricercati, voluti, ambiti, lo sappiamo: il mercato cerca  profili specializzati negli ambiti strategici prioritari per lo sviluppo economico del Paese e i ragazzi diplomati ITS, con il 50% dei docenti proveniente dal mondo del lavoro, con il tirocinio formativo nelle imprese obbligatorio per almeno il 30% del monte ore complessivo, entrano a testa alta, in meno di 12 mesi, proprio in quel mondo del lavoro oggi quantomai difficile.

Ma sentire ribadire questi dati e questi aspetti positivi con grande forza nell’appuntamento annuale dell’ITS Day al MIUR è sempre positivo. E la conferenza “ITS Day – Competenze per l’Italia 4.0” svoltasi il 30 maggio u.s al Miur, alla presenza del Sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ribadito proprio questo di fronte ad una platea di rappresentanti del mondo delle imprese e di esperti che si sono confrontati sul tema delle prospettive e dei cambiamenti del mondo produttivo, alla luce del nuovo Piano nazionale per l’Industria 4.0.

Il sistema ITS funziona

 “I numeri degli ITS ci dicono che il sistema funziona – ha dichiarato il Sottosegretario Toccafondi -. Quando c’è integrazione tra le aziende e il mondo della scuola i risultati si vedono: 93 fondazioni, 8.589 attualmente iscritti, 370 percorsi attivati, 2.034 sono i soggetti partner di cui 681 sono imprese, dei 6.304 diplomati nel triennio l’80% è occupato a 12 mesi dal diploma. Adesso occorre dirigersi verso un obiettivo chiaro, quello di aumentare questi numeri in quantità e qualità. Il sistema ITS ha questi risultati perché risponde al fabbisogno delle aziende, formando quelle figure professionali, altamente qualificate e caratterizzate da flessibilità ed innovazione, come il sistema produttivo richiede.  C’è un Paese che deve dare risposte e la risposta deve  essere corale. Come sistema d’istruzione – ha concluso Toccafondi – dobbiamo essere pronti e veloci a rispondere ai cambiamenti del mondo del lavoro; dobbiamo lavorare sulle competenze, sul loro sviluppo, sul senso critico, il problem-solving, il lavoro di gruppo e le abilità interpersonali e comunicative, per dare quindi ai ragazzi strumenti che permettano loro di essere pronti al cambiamento come processo continuo”.

Parte integrante della mattinata sono state l’esposizione dei progetti di alcuni ITS tra cui il nostro ITS Meccatronico Veneto che era presente con gli allievi Enrico Pavanello e Francesco Speggiorin, affiancati dal Dr. Sandro Bordin e dal Direttore Giorgio Spanevello con la presentazione del “Progetto Sperimentale per l’applicazione automatica robotizzata di Baha e di impianto cocleare”

Guarda qui il video della conferenza stampa.

Leggi e accetta la nostra privacy policy prima di iniziare la conversazione tramite WhatsApp