A CITEMOS tra le auto del futuro

INAUGURAZIONE DEL NUOVO ANNO ACCADEMICO A CITEMOS, TRA LE AUTO DEL FUTURO

L’auto del futuro e l’evoluzione della sicurezza nella guida al centro della sesta edizione di CI.TE.MO.S. – il Festival Nazionale Città della Tecnologia per la Mobilità Sostenibile -, organizzato il 20 ottobre da  Confartigianato Imprese Vicenza.. L’evento ha fatto da cornice all’inaugurazione dell’Anno Accademico 2022 dell’ITS Academy Meccatronico Veneto.

Dopo i saluti di Fabio Massimo Frattale Mascioli, Coordinatore scientifico Festival CI.TE.MO.S., e del Direttore generale dell’ITS Academy Meccatronico Veneto Giorgio Spanevello, i ragazzi e le ragazze di tutte le classi del 1° anno dei corsi presenti in provincia di Vicenza dell’ITS Academy Meccatronico sono stati coinvolti da Cristiano Resta di ASC di Vairano in un viaggio tra i più evoluti sistemi di guida assistita. Un augurio istituzionale è giunto ai neo iscritti all’ITS Meccatronico Veneto dal Vicesindaco della Città di Vicenza Matteo Celebron.

Focus sulla tecnologia dell’auto del futuro: dalla presentazione dei sistemi ADAS – Advanced Driver Assistance Systems, allo stato di sviluppo, fino all’analisi delle diverse soluzioni adottate dalle principali case automobilistiche. I tecnici ASC si sono poi esibiti in una dimostrazione pratica dei sistemi di sicurezza, con prove di frenata nel posteggio adiacente il Centro Congressi Confartigianato Vicenza.

IMPARARE, ELABORARE, INNOVARE: IL MONDO HA BISOGNO DI TECNICI

L’incontro si è aperto, quindi, con le parole di Fabio Massimo Frattale Mascioli, Coordinatore scientifico Festival e docente dell’Università Sapienza di Roma, che ha guidato gli studenti a CI.TE.MO.S. tra le auto del futuro. Mascioli ha quindi ricordato l’importanza della ricerca nell’evoluzione e nell’innovazione di ogni settore, in particolare quello tecnologico dell’automobile. “Un cammino che si dirige verso la guida autonoma dei veicoli, con sguardo attento al benessere di persone, ambiente e industria” – ha affermato.

L’innovazione inizia dalla progettazione e dalla sperimentazione, ma ancor prima dalla curiosità e dall’impegno di ragazzi e ragazze come quelli presenti in sala”. É il Direttore Giorgio Spanevello che riporta l’accento sul lavoro che aspetta questi futuri Tecnici Meccatronici. “La ricerca che si svolge durante il biennio all’ITS Academy Meccatronico Veneto permette, di fatto, di lavorare a progetti reali e stimolanti in teamworking. L’ITS, inoltre, attiva contratti di tirocinio e apprendistato che inseriscono i giovani nelle aziende fin dal primo anno di frequenza”.

DA CI.TE.MO.S. ALLA PREPARAZIONE TECNICA E ALLA PASSIONE PER IL LAVORO

Grazie a una solida preparazione tecnico-pratica i diplomati dell’ITS vengono da subito collocati nel mondo del lavoro, in aziende tecnologicamente avanzate di qualsiasi settore, dall’alimentare al meccanico, fino alla componentistica per l’automotive. Come, infatti, si è visto a CI.TE.MO.S. durante il racconto di come vengono realizzate le auto del futuro. Si tratta di aziende di cui il Veneto è ricco. “Il territorio offre molte opportunità, ma ha bisogno di tecnici dotati di menti aperte all’innovazione e al cambiamento. Il lavoro non è solo fonte di guadagno, ma deve essere motivo di soddisfazione. Per questo non bisogna mai smettere di studiare e restare sempre connessi con il mondo che ci circonda, attraverso la conoscenza delle lingue e l’aggiornamento continuoha concluso Spanevello.

LA MECCATRONICA AL CENTRO DELL’AUTO DEL FUTURO

Sensori, radar, lidar; software, robot, telecamere e centraline: la macchina del futuro passa, soprattutto, per la meccatronica. Nella presentazione del tecnico ASC Cristiano Resta, gli studenti dell’ITS Meccatronico Veneto e degli istituti cittadini “Rossi” e “Lampertico” hanno potuto riscontrare tutta la potenzialità degli studi di meccatronica che stanno affrontando. La storia dell’automazione dei veicoli, iniziata negli anni ’70 e giunta oggi ai più sorprendenti sistemi di sicurezza e di assistenza al conducente, è basata su componenti di meccatronica integrati all’interno di complessi sistemi di comunicazione uomo-macchina. La meccatronica è quindi centrale e trova applicazione ovunque nell’ambito dell’evoluzione dell’auto. Così i ragazzi e le ragazze presenti a CI.TE.MO.S. hanno potuto toccare con mano l’utilità di ciò che studiano. Nel settore delle vetture, ad esempio, i sistemi ADAS hanno contribuito a evitare un incidente su tre e in sostanza a ridurre gli incidenti del 25%.

 

STUDIARE E LASCIARSI CONTAMINARE

Grande importanza ricopre quindi la preparazione tecnica, ma altrettanto importante è il saper cogliere occasioni e opportunità come quella di CI.TE.MO.S.. Il Vicesindaco di Vicenza Matteo Celebron ha voluto salutare i numerosi ragazzi presenti in sala e, ricordando il suo passato da studente dell’Istituto “Rossi”, ha sottolineato la fortuna di vivere, studiare e lavorare in un territorio come quello della provincia di Vicenza: “un ambiente produttivo e con grandi potenzialità che offre innumerevoli occasioni di contaminazione tra enti di formazione di diverso livello, ricerca e aziende. I giovani sono il presente – ha affermato – e devono essere coinvolti in questo momento della loro formazione in queste occasioni di relazione e di confronto con realtà e persone che permettono loro di capire chi vogliono diventare.”

 

NUOVO ANNO? I CONSIGLI DEL D.G. PER INIZIARE ALLA GRANDE!

Kay Cortiana e la passione per i motori

La passione per i motori e il futuro come tecnico superiore per innovare prodotti e processi meccanici. Il sorriso di Kay Cortiana in questo giorno in cui si inaugura l’A.A. 2022. Per lei un nuovo inizio alla sede di Schio e un invito alle ragazze affinché non si facciano spaventare e possano seguire il loro talento anche in un ambiente “prettamente maschile” ma molto accogliente!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggionato sulle attività dell'ITS Meccatronico Veneto

Privacy

Grazie per la tua iscrizione!

Leggi e accetta la nostra privacy policy prima di iniziare la conversazione tramite WhatsApp